Fondazione Oncologica Valdostana

Fondazione della Regione Autonoma Valle d’Aosta per la Ricerca sul Cancro

12 modi per…

12 MODI PER RIDURRE IL RISCHIO DI CANCRO

SCOPRI IL CODICE EUROPEO CONTRO IL CANCRO

Il Codice europeo contro il cancro consiste in 12 regole raccolte, su iniziativa della Commissione europea, per informare i cittadini sulle azioni che ciascuno può intraprendere nella propria vita quotidiana per diminuire il rischio di sviluppare un tumore. Queste norme possono influenzare sia la vita di chi le mette in atto sia quella di chi gli sta vicino: si stima che il 30 per cento dei tumori in Europa potrebbe essere evitato se tutti seguissero i comportamenti suggeriti dal Codice.

Non fumare. Non consumare nessuna forma di tabacco.

Il tabacco è la principale causa di malattie e decessi prevenibili a livello mondiale.

Il tabacco è anche la prima causa di cancro. Il fumo è la forma più nociva di consumo di tabacco, motivo del pesante fardello rappresentato dalle malattie legate al tabacco. Il fumo di sigaretta uccide più della metà dei consumatori a lungo termine.

Ogni anno, il consumo di tabacco provoca circa 6 milioni di decessi e danni economici per oltre 500 miliardi di dollari in tutto il mondo. Il tabacco ucciderà fino a 1 miliardo di persone in questo secolo se la convenzione quadro per la lotta contro il tabagismo (FCTC) dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) non verrà attuata rapidamente. In Europa, la recente revisione della direttiva sui prodotti del tabacco (2014/40/UE) specifica le norme di controllo relative alla produzione, presentazione e vendita dei prodotti del tabacco e dei prodotti correlati, al fine di ridurre le differenze tra i paesi in materia di controllo del tabacco e quindi garantire una migliore tutela della salute pubblica della popolazione.

APPROFONDISCI

Rendi la tua casa libera dal fumo. Sostieni le politiche che promuovono un ambiente libero dal fumo sul tuo posto di lavoro.

L’esposizione al fumo passivo sul posto di lavoro e in casa è associata a malattie evitabili, tra cui il cancro. La figura 1 mostra una panoramica degli effetti dannosi per la salute causati dall’uso di tabacco e dall’inalazione di fumo passivo. Le abitazioni sono spesso un luogo di esposizione al fumo passivo.

In Europa esistono differenze relative alle diverse modalità di attuazione dei divieti di fumo all’interno delle abitazioni, con percentuali di case senza fumo variabili dal 31 % a più del 90 % tra i vari paesi. Una maggiore protezione dall’esposizione al fumo passivo è auspicabile e realizzabile da parte di fumatori e non fumatori, mediante il divieto di fumo all’interno delle proprie case e automobili.

Nei paesi europei in cui è ancora consentito fumare sul posto di lavoro, l’adozione di politiche antifumo generalizzate come stabilito all’articolo 8 della convenzione quadro per la lotta contro il tabagismo (FCTC) dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), è l’opzione migliore per garantire che tutti i cittadini che lavorano siano tutelati dal fumo passivo in maniera uniforme e completa. Nella raccomandazione del Consiglio, del 30 novembre 2009, relativa agli ambienti senza fumo, basata sul sopraccitato articolo 8, gli Stati membri sono invitati a creare ambienti senza fumo nei luoghi di lavoro chiusi, nei luoghi pubblici chiusi e nei trasporti pubblici. La portata e il grado di esecuzione di tali divieti varia da paese a paese.

APPROFONDISCI

Attivati per mantenere un peso sano.

È ampiamente dimostrato che le persone possono ridurre il loro rischio di cancro adottando abitudini alimentari sane e praticando attività fisica. Nelle popolazioni europee, le persone che seguono uno stile di vita sano in linea con le raccomandazioni per la prevenzione del cancro hanno un rischio stimato di ammalarsi di cancro inferiore del 18 % rispetto a quelle con uno stile di vita e un peso corporeo non conformi a tali raccomandazioni. È stato stimato che tale riduzione del rischio deriva da uno stile di vita sano che include: avere un peso corporeo normale (indice di massa corporea [IMC] compreso tra 18,5 e 24,9 kg/m2) ed evitare gli alimenti che favoriscono l’aumento di peso, come le bevande zuccherate e i prodotti da fast food; praticare un’attività fisica moderata per almeno 30 minuti al giorno; allattare al seno (per le donne); mangiare per lo più alimenti di origine vegetale; limitare l’assunzione di carni rosse; evitare gli alimenti trasformati a base di carne; limitare il consumo di bevande alcoliche.

APPROFONDISCI

Svolgi attività fisica ogni giorno. Limita il tempo che trascorri seduto.

È ampiamente dimostrato che le persone possono ridurre il loro rischio di cancro adottando abitudini alimentari sane e praticando attività fisica. Nelle popolazioni europee, le persone che seguono uno stile di vita sano in linea con le raccomandazioni per la prevenzione del cancro hanno un rischio stimato di ammalarsi di cancro inferiore del 18 % rispetto a quelle con uno stile di vita e un peso corporeo non conformi a tali raccomandazioni. È stato stimato che tale riduzione del rischio deriva da uno stile di vita sano che include: avere un peso corporeo normale (indice di massa corporea [IMC] compreso tra 18,5 e 24,9 kg/m2) ed evitare gli alimenti che favoriscono l’aumento di peso come le bevande zuccherate e i prodotti da fast food; praticare un’attività fisica moderata per almeno 30 minuti al giorno; allattare al seno (per le donne); mangiare per lo più alimenti di origine vegetale; limitare l’assunzione di carni rosse; evitare gli alimenti trasformati a base di carne; limitare il consumo di bevande alcoliche.

APPROFONDISCI

Segui una dieta sana.

  • Consuma molti e vari cereali integrali, legumi, frutta e verdura.
  • Limita i cibi ad elevato contenuto calorico (alimenti ricchi di zuccheri o grassi) ed evita le bevande zuccherate.
  • Evita le carni conservate; limita il consumo di carni rosse e di alimenti ad elevato contenuto di sale.

È ampiamente dimostrato che le persone possono ridurre il loro rischio di cancro adottando abitudini alimentari sane e praticando attività fisica. Nelle popolazioni europee, le persone che seguono uno stile di vita sano in linea con le raccomandazioni per la prevenzione del cancro hanno un rischio stimato di ammalarsi di cancro inferiore del 18 % rispetto a quelle con uno stile di vita e un peso corporeo non conformi a tali raccomandazioni. È stato stimato che tale riduzione del rischio deriva da uno stile di vita sano che include: avere un peso corporeo normale (indice di massa corporea [IMC] compreso tra 18,5 e 24,9 kg/m2) ed evitare gli alimenti che favoriscono l’aumento di peso come le bevande zuccherate e i prodotti da fast food; praticare un’attività fisica moderata per almeno 30 minuti al giorno; allattare al seno (per le donne); mangiare per lo più alimenti di origine vegetale; limitare l’assunzione di carni rosse; evitare gli alimenti trasformati a base di carne; limitare il consumo di bevande alcoliche.

APPROFONDISCI

Se bevi alcolici di qualsiasi tipo, limitane il consumo. Per prevenire il cancro è meglio evitare di bere alcolici.

È ampiamente dimostrato che le persone possono ridurre il loro rischio di cancro adottando abitudini alimentari sane e praticando attività fisica. Nelle popolazioni europee, le persone che seguono uno stile di vita sano in linea con le raccomandazioni per la prevenzione del cancro hanno un rischio stimato di ammalarsi di cancro inferiore del 18 % rispetto a quelle con uno stile di vita e un peso corporeo non conformi a tali raccomandazioni. È stato stimato che tale riduzione del rischio deriva da uno stile di vita sano che include: avere un peso corporeo normale (indice di massa corporea [IMC] compreso tra 18,5 e 24,9 kg/m2) ed evitare gli alimenti che favoriscono l’aumento di peso come le bevande zuccherate e i prodotti da fast food; praticare un’attività fisica moderata per almeno 30 minuti al giorno; allattare al seno (per le donne); mangiare per lo più alimenti di origine vegetale; limitare l’assunzione di carni rosse; evitare gli alimenti trasformati a base di carne; limitare il consumo di bevande alcoliche.

APPROFONDISCI

Evita un’eccessiva esposizione al sole, soprattutto per i bambini. Usa protezioni solari. Non usare lettini abbronzanti.

Le radiazioni provenienti dal sole contengono la luce visibile all’occhio umano e le radiazioni infrarosse percepibili sotto forma di calore, così come i raggi ultravioletti invisibili (UV). Le radiazioni ottiche solari sono fondamentali per il pianeta Terra (ad esempio per la fotosintesi) e gli esseri umani.
I raggi UV di lunghezza d’onda molto breve (UVC) vengono completamente trattenuti dallo strato di ozono presente nell’atmosfera superiore, mentre alcuni raggi UV a lunghezza d’onda breve (UVB) e lunga (UVA) riescono a raggiungere la superficie terrestre. I raggi UVB sono necessari per la sintesi della vitamina D nella pelle umana ma, come i raggi UVA, causano danni alla pelle che nel lungo periodo possono causare tumori della pelle.

APPROFONDISCI

Osserva scrupolosamente le istruzioni in materia di salute e sicurezza sul posto di lavoro per proteggerti dall’esposizione ad agenti cancerogeni noti.

Nell’ambiente esistono diverse migliaia di sostanze artificiali o naturali, anche nei luoghi di lavoro, alcune delle quali hanno il potenziale di causare il cancro. Molte di queste sostanze sono chimiche.

Ridurre l’esposizione alle sostanze cancerogene dipende da una combinazione di azioni e politiche governative volte a proteggere i cittadini dalle sostanze nocive, nonché da comportamenti e responsabilità individuali finalizzati a seguire tali raccomandazioni. Il controllo della presenza di sostanze chimiche cancerogene sul luogo di lavoro, nell’ambiente o in casa necessita di tutti questi fattori. I governi devono definire le politiche, attuare le normative (riguardanti ad esempio limiti di protezione, zone di sicurezza, divieti di emissione di sostanze chimiche) e monitorare il rispetto di tali norme; i produttori o le altre industrie devono conformare i loro processi alla normativa; i datori di lavoro devono prevedere misure volte a tutelare i propri lavoratori (ad esempio fornendo dei dispositivi di protezione). Secondo la direttiva 2004/37/CE del Parlamento europeo e del Consiglio sulla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un’esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro, il datore di lavoro deve valutare e gestire regolarmente il rischio correlato con l’esposizione ad agenti cancerogeni al fine di evitare l’esposizione dei lavoratori; mette a disposizione dell’autorità competente, a richiesta, le informazioni relative al numero dei lavoratori esposti, alle misure di prevenzione, ecc.; informare i lavoratori nel caso di esposizioni anormali.

Anche gli individui possono contribuire a creare un ambiente più sano, ad esempio limitando il ricorso all’automobile per ridurre l’inquinamento atmosferico. Allo scopo di prevenire il cancro, è essenziale che tutti seguano le istruzioni di sicurezza e salute sul luogo di lavoro.

Altri punti importanti sono: i) i tumori di origine professionale sono prevenibili, e ciò evidenzia come la protezione dei lavoratori sia essenziale e debba essere sostenuta e richiesta dal mondo del lavoro; ii) nonostante siano in vigore diverse normative volte a ridurre l’esposizione a molte sostanze cancerogene, resta ancora molto da fare.

APPROFONDISCI

Accerta di non essere esposto a concentrazioni naturalmente elevate di radon presenti in casa. Fai in modo di ridurre i livelli elevati di radon.

Il radon è un gas radioattivo naturale che può causare l’esposizione alle radiazioni anche in casa.

APPROFONDISCI

L’allattamento al seno riduce il rischio di cancro per la madre. Se puoi, allatta il tuo bambino.

L’allattamento al seno è una tipologia particolare di comportamento sano. È ampiamente dimostrato che le persone possono ridurre il loro rischio di cancro adottando abitudini alimentari sane e praticando attività fisica. Nelle popolazioni europee, le persone che seguono uno stile di vita sano in linea con le raccomandazioni per la prevenzione del cancro hanno un rischio stimato di ammalarsi di cancro inferiore del 18 % rispetto a quelle con uno stile di vita e un peso corporeo non conformi a tali raccomandazioni. È stato stimato che tale riduzione del rischio deriva da uno stile di vita sano che include: avere un peso corporeo normale (indice di massa corporea [IMC] compreso tra 18,5 e 24,9 kg/m2) ed evitare gli alimenti che favoriscono l’aumento di peso come le bevande zuccherate e i prodotti da fast food; praticare un’attività fisica moderata per almeno 30 minuti al giorno; allattare al seno (per le donne); mangiare per lo più alimenti di origine vegetale; limitare l’assunzione di carni rosse; evitare gli alimenti trasformati a base di carne; limitare il consumo di bevande alcoliche.

APPROFONDISCI

Assicurati che i tuoi figli partecipino ai programmi di vaccinazione.

Assicurati che i tuoi figli partecipino ai programmi di vaccinazione contro:

  • l’epatite B (per i neonati)
  • il papillomavirus umano (HPV) (per le ragazze).

Poche persone associano le infezioni al cancro, ma quasi un quinto dei casi di tumore a livello mondiale è causato da agenti infettivi come virus e batteri. Tra le principali infezioni associate all’insorgere di tumori vi sono il papillomavirus umano (HPV), in grado di causare gran parte dei tumori cervicali ed anali e una piccola percentuale dei tumori orali, il virus dell’epatite B (HBV) e il virus dell’epatite C (HCV), in grado di causare il cancro al fegato, e l’Helicobacter pylori, un batterio in grado di causare il cancro allo stomaco. Il virus dell’immunodeficienza umana (HIV) non è causa diretta di cancro, ma le persone infette hanno un rischio maggiore di sviluppare alcuni tumori a causa dell’indebolimento del loro sistema immunitario. I vaccini sono il metodo più efficace per prevenire alcune di queste infezioni. Per diversi decenni sono stati disponibili vaccini altamente efficaci contro l’HBV e quasi tutti i paesi includono la vaccinazione per l’HBV nei loro programmi di immunizzazione infantile; la vaccinazione è molto efficace anche nella prevenzione dell’infezione con i tipi di HPV che causano gran parte dei cancri cervicali.

APPROFONDISCI

Partecipa a programmi organizzati di screening per il cancro.

Partecipa a programmi organizzati di screening per il cancro:

  • dell’intestino (uomini e donne)
  • del seno (donne)
  • del collo dell’utero (donne).

Alcuni tipi di tumore possono essere scoperti e trattati prima di causare sintomi. Viene definito screening lo svolgimento di controlli per il cancro, o condizioni che possono portare al cancro, da parte di persone che non hanno sintomi. L’obiettivo principale dello screening per il cancro è prevenire la morte per cancro. Se il tumore viene scoperto abbastanza precocemente, lo screening può anche consentire il ricorso a metodi di trattamento meno aggressivi. Per alcuni tipi di cancro, come quello al collo dell’utero e all’intestino, lo screening può realmente prevenire lo sviluppo del cancro.

Nell’Unione europea, lo screening è consigliato per i tumori di intestino, seno e collo dell’utero se disponibile come parte di un programma organizzato dotato delle risorse necessarie a garantire un servizio di alta qualità. Attualmente nella gran parte dei paesi dell’Unione europea sono disponibili programmi di screening organizzato per il cancro al seno e in molti anche programmi di screening organizzato per il cancro all’intestino e cervicale.

Orientamenti generali riguardanti tutti gli aspetti correlati con lo screening per il cancro all’intestino, al seno e cervicale sono stati sviluppati da esperti e pubblicati dalla Commissione europea. Questi orientamenti europei forniscono principi guida e protocolli dettagliati, norme e raccomandazioni che, se seguiti, garantiscono l’offerta di programmi di screening di alta qualità alla popolazione.

Se si vuole aderire a un programma di screening per il cancro, ma non si sa se ne esiste uno nel proprio paese, si consiglia di contattare il ministero della Sanità nazionale.

APPROFONDISCI

Fonte: International Agency for Research on Cancer

This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.